Spettabile

Con la presente Eduitalia rende nota la proposta avanzata scorsa settimana al Ministero degli Affari Esteri.
 
Con l'obbiettivo di incrementare la visibilità dell’Italia quale meta di destinazione di studio, Eduitalia ha proposto che:

  • gli Istituti Italiani di Cultura, in collaborazione con l’Ambasciata/Consolato di riferimento territoriale, organizzino dei “Saloni dello Studio” nei quali possano esporre le realtà accademiche che offrono corsi per studenti stranieri.
 
Nel periodo pre-pandemico esempio di eccellenza in tal senso è stato il “Salone dello Studio” organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo nelle more del quale erano presenti decine di stand espositivi.
 
Eduitalia ha fatto presente al MAECI che, replicare l’esperienza italiana in Giappone, avrebbe importanti vantaggi tra i quali:

  • incremento della visibilità dell’Italia quale meta di destinazione di studio;
  • incremento del numero degli studenti internazionali;
  • partecipazione –sulla falsariga di quanto in essere al Salone dello Studio dell’IIC di Tokyo- di decine di scuole, accademie e Università con costi contenuti rispetto alle alti cifre delle fiere Study Abroad;
  • partecipazione di un pubblico interessato a ricevere informazioni dai responsabili degli uffici internazionalizzazione delle realtà accademiche italiane;
  • fidelizzazione di studenti che, al rientro delle loro esperienze in Italia e nella loro veste di ambasciatori italiani, avranno negli Istituti Italiani di Cultura il loro continuo punto di riferimento culturale.
 
L’idea sarebbe, oltre al Salone dello Studio a Tokyo, quella di replicare altri due o tre Saloni dello Studio annui in cui Eduitalia (con altre realtà del settore) potrebbe spingere i propri istituti associati alla partecipazione.

Si informa, infine, come siano numerosi gli Istituti Italiani di Cultura che stanno contribuendo alla promozione della Guida Eduitalia-Study in Italy presente a oggi nelle home page di numerosi portali istituzionali e oggetto di condivisione con gli utenti di riferimento territoriale.