Banner 2010
 
Spett.le
 
 
 
E' costante l'impegno di Eduitalia in relazione alla tematica del visto per motivo di studio.
 
In particolare:
 

- Come già reso noto in precedenti comunicazioni, alcuni Uffici Visti hanno ritenuto erroneamente che, causa Corona Virus, si potesse concedere il visto solo agli studenti iscritti alle Università tramite il portale Universitaly. 

Problematiche prontamente risolte, grazie al prezioso dialogo di Eduitalia con il Centro Visti, al quale va il nostro ringraziamento per essere sempre pronto nell'accogliere le nostre istanze (1).

 

- E' stato risolto (per la seconda volta quest'anno) un caso di diniego che si era basato su un'applicazione eccessivamente rigorosa del c.d. "principio di coerenza". Uno studente, nonostante una lettera motivazionale appassionata e pregresse personali esperienze formative,  non era stato ammesso a frequentare un corso di shoe design in Italia perchè tale studio non presente nel suo passato di scuole superiori.  

La stessa rigorosa applicazione del principio di coerenza si era già verificata quest'anno in relazione alla richiesta di frequentare un corso di cinema.  

Eduitalia, nel relazionarsi con gli Uffici Visti di riferimento, ha sottolineato l'eccessiva rigorisità di tale principio ponendo come esempio quello di un'università straniera che  rifiuterebbe una richiesta di visto a uno studente italiano per studiare diritto o economia per il sol fatto che nei licei italiani (per esempio classico o scientifico) le materie dell'economia e diritto non presenti.

In entrambi i casi sopracitati i visti, dapprima denegati, sono stati concessi confermando come il principio di coerenza vada intenso anche in termini di prospettive e obbiettivi futuri di uno studente in relazione alla propria scelta di studio.

Eduitalia ricorda sempre ai propri Istituti associati  quanto sia importante, come strumento integrativo a supporto della domanda di visto, produrre una lettera motivazionale.

 

- In relazione ai visti per lo studio della lingua italiana presso scuole private qualificate si informa che il Consolato d'Italia a Mosca autorizza richieste solo se non inferiori ai due mesi e la scuola scelta deve essere associata ad Asils e/o Eduitalia.

 

- Per un continuo aggiornamento sulle regole e divieti relativi all'ingresso degli stranieri sul territorio italiano, il link ufficiale di riferimento è sempre quello già indicatovi del Ministero degli Affari Esteri dal titolo "FOCUS: CITTADINI ITALIANI DI RIENTRO DALL'ESTERO E CITTADINI STRANIERI IN ITALIA".  

 

- Per come riscontrabile nel portale del Ministero, a oggi vi sono alcune nazioni dalle quali vige il divieto assoluto di entrare sul territorio italiano anche se si è studenti. E' importante precisare come se uno studente proviene da queste nazioni è comunque autorizzato a presentare domanda di visto nonostante la partenza sia momentaneamente proibita. 

 

 - In relazione agli studenti provenienti da nazioni per le quali è d'obbligo la quarantena, giocoforza il termine degli otto giorni lavorativi dal loro arrivo in Italia entro i quali devono obbligatoriamente fare domanda di permesso di permesso di soggiorno tiene conto della sospensione dei giorni di quarantena.

 

- Eduitalia accoglie con soddisfazione la notizia che dall'India vengano concessi i visti per lo studio della lingua italiana.  

Come noto nella scorsa stagione Eduitalia ha promosso a più riprese in India e -durante i nostri incontri con la Rappresenza Diplomatico-Consolare-  avevamo a più riprese discusso della delicata e abusata tematica del visto per lo studio della lingua italiana.  

Mentre i visti studio per Università e Accademie registravano una crescita costante, i visti per lo studio della lingua italiana erano di difficile (o per meglio dire impossibile) rilascio viste le pressioni migratorie sullo stesso.  

A oggi la situazione, ferma restando la disamina approfondita di ogni richiesta di visto, è mutata e assistiamo al rilascio del visto per lo studio della lingua italiana a studenti motivati e con i requisiti previsti ex lege.  

Tale notizia rafforza la convinzione di Eduitalia di puntare all'India, non appena le condizioni lo consentiranno.

 
      
(1) Ricordiamo ancora una volta come la procedura di iscrizione (o pre-iscrizione) attraverso il portale Universitaly è stata introdotta a partire da quest'anno dal MUR in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per agevolare i processi di iscrizione; ma tale procedura, a oggi, riguarda i soli Atenei riconosciuti dal MUR.
Per tutte le altre realtà sono in vigore le regole previste anche negli scorsi anni.
 
Edu nuovo logo

Associazione EDUITALIA 
C.F. 9415297 048 2 
Viale Spartaco Lavagnini, 70-72  -  50129 Firenze
Tel. +39 055 210460 -  Fax +39 055 3909809 
 info@eduitalia.org - www.eduitalia.org